Sul reintegro di Luca Fiorini.

Dunque Luca Fiorini, delegato Rsu della Basell, azienda multinazionale con stabilimento a Ferrara, è stato reintegrato nel posto di lavoro da un giudice del lavoro della città.

La vicenda era finita su tutti i giornali: Luca era stato licenziato per il modo in cui aveva condotto una trattativa aziendale (“arroganza e insubordinazione”, sic!), dunque nel pieno dell’esercizio delle proprie prerogative sindacali. Non solo la Filctem, ma tutto il sindacato confederale aveva protestato e contestato un atto chiaramente antisindacale e intimidatorio; e non solo il sindacato ma le Istituzioni locali, la stessa Regione, partiti politici avevano espresso solidarietà a Luca e chiesto il ritiro del provvedimento, contro il quale la categoria aveva presentato un ricorso legale ai sensi dell’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori.

Il giudice di Ferrara ha accolto il ricorso, disposto la reintegra di Luca, condannato l’azienda alle spese processuali. Una bella notizia per chi crede ancora che esistono diritti fondamentali sul lavoro e che i lavoratori debbano essere tutelati dallo strapotere delle aziende e uno spot formidabile per la nostra campagna di mobilitazione per un nuovo Statuto dei lavoratori e delle lavoratrici: un motivo in più per metterci l’anima.

Bologna 2 febbraio 2016

APPROFONDIMENTI

APPROFONDIMENTI

APPROFONDIMENTI

APPROFONDIMENTI