– DA DOVE RIPARTIAMO? (editoriale di Bruno Pizzica, segretario generale Spi-Cgil ER)
Il Covid-19 ha segnato profondamente la nostra organizzazione sociale, soprattutto mettendo in chiaro il ruolo fondamentale della sanità pubblica. Oggi occorre mettere mano a tutto il comparto socio- sanitario perché un’emergenza così, se dovesse presentarsi di nuovo, non abbia effetti tanto disastrosi

– SCALDIAMO I MOTORI (BiPi)
Il sindacato, in particolare quello dei pensionati, riprende
la mobilitazione dopo la sospensione dovuta all’emergenza sanitaria. Chiediamo di investire nel “lavoro buono” e di rivedere radicalmente le modalità di sviluppo del Paese

– EMILIA-ROMAGNA DELLE DONNE (a cura del coordinamento donne Spi-Cgil di Reggio-Emilia: Marianella Casali e Renata Morgotti)
Dedichiamo gran parte di questo numero di Argentovivo a figure femminili che sono state particolarmente significative nella storia recente dell’Emilia-Romagna. La prima è la reggiana Ione Bartoli, forse la più rappresentativa rispetto alle lotte che a partire dal dopoguerra hanno rivoluzionato la società italiana e della cui Memoria lo Spi è testimone imprescindibile

– IN RICORDO DI BRUNA BEGLIARDI (Gaetano Davolio, ANPI Campagnola Emilia RE)
A dicembre 2019 è scomparsa Bruna Begliardi, una donna semplice che è vissuta in tempi difficili, attiva e volontaria nel sindacato e nell’ANPI di Campagnola Emilia per gran parte della sua esistenza

– PACE E LIBERTÀ, PAROLE FEMMINILI (Franco Stefani)
Carmen Capatti e Darinka Joijc: due libri ricordano la figura di due combattenti per la libertà e per i diritti sociali. Carmen ha oggi 91 anni e il libro a lei dedicato si intitola significativamente “una vita per gli altri”. Darinka è scomparsa nel 2012 nella sua Ferrara di adozione, dove ha portato i suoi ideali di pace e libertà

– LE DONNE E LA MEMORIA (F. S.)
In questi mesi sono mancate due compagne di Ferrara, Jolanda Collini ed Ermanna Chiozzi, le cui storie di vita sembrano specchiarsi l’una nell’altra. Entrambe impegnate nelle lotte delle lavoratrici in anni difficili

– LE ILLUSIONI PERDUTE (Gianni Flamini)
Pubblichiamo la seconda parte della ricostruzione della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. Alla fine della Guerra Fredda, scrive il giornalista Gianni Flamini, il terrorismo venne dichiarato “sconfitto”. Si voltò così una pagina di storia senza nemmeno averla letta

– CORONAVIRUS E MIGRANTI (M. Giovanna Madrigali, Spi-Cgil Cesena)
A Cesena l’associazione “Comunità accogliente” mantiene viva l’attenzione sui più deboli. E continua a riflettere e confrontarsi sui temi delle migrazioni

CON LE ILLUSTRAZIONI DI MADDALENA GHIDONI

Le pagine di Argentovivo

N. 9 – settembre 2020