– NON-AUTOSUFFICIENZA, UN PRIMO RISULTATO (Raffaele Atti, Segretario generale Spi-Cgil Emilia-Romagna)
Nel piano di rilancio per il dopo pandemia ci sono gli strumenti per quella che è stata la rivendicazione più importante del sindacato pensionati negli ultimi anni. Si apre una partita impegnativa, in cui lo Spi-Cgil dell’Emilia-Romagna è pronto a fare la sua parte

– UNA LEGGE NECESSARIA (Marzia Dall’Aglio segretaria Spi-Cgil Emilia-Romagna)
Il disegno di legge Zan contro le discriminazioni di genere è oggetto di una campagna ostile da parte delle destre (e non solo), a volte persino diffamatoria. È una legge di civiltà ormai già esistente in tantissimi paesi europei e che può solo rafforzare le libertà di tutti e di tutte

– APPENNINO ALLA RISCOSSA (Marco Sotgiu)
La montagna bolognese riprende fiato con più turisti e progetti di sviluppo. Lo Spi non sta a guardare e costruisce una rete di comunicazioni che guarda agli anziani e ai fragili, ma che dialoga con tutta la cittadinanza. Intervista a Emanuele Puccia, Spi-Cgil Bologna

– ERA LUNEDÌ, 9 GENNAIO (Mara Del Monte)
Pubblichiamo uno dei racconti premiati al concorso “ScrivitiAmodena”, organizzato dallo Spi- Cgil modenese. Mara, oggi settantenne e che al tempo era ancora nella pancia della mamma, ci racconta la strage di operai avvenuta alle Fonderie nel 1950

– ‘NDRANGHETA SPA (conversazione con il giornalista Paolo Bonacini)
Servizi alle imprese: per evadere il fisco e danneggiare i lavoratori. È questa la nuova frontiera della criminalità organizzata in Emilia-Romagna. Per sconfiggerla la strada sarà ancora lunga

– IL NOSTRO IMPEGNO CONTRO LA MAFIA (Matteo Alberini, segretario generale Spi-Cgil Reggio Emilia)

 

CON LE ILLUSTRAZIONI DI DANIELA CAPONE

Le pagine di Argentovivo

N. 6 – giugno 2021