La vicenda è forse già nota: all’ufficio Inca di Brescello ( comune commissariato per mafia) si è presentato un pensionato di ritorno da Cutro e vicino ai Grande Aracri, con un bel salame nostrano come “omaggio” al funzionario di turno.

Questi ha garbatamente rifiutato il succulento regalo nonostante le insistenze. Probabilmente più sorpreso che irritato, il pensionato ha lasciato il salame sul tavolo…”se non lo vuoi, buttalo”. Il nostro funzionario non si è scomposto: ha impacchettato il povero salame e lo ha rispedito al mittente…”nei nostri uffici non accettiamo regali”.

Un piccolo episodio certamente, ma di quelli che alla fine fanno la storia e rappresentano il meglio della coscienza dei popoli: bravo compagno! E chissà, magari anche il salame ha apprezzato…